Il micetoma o piede di Madura è un termine che deriva dal Greco e significa tumore fungino.

È un’infezione cronica, progressiva causata da funghi o batteri. È un’ infezione granulomatosa del derma e del tessuto sottocutaneo che si può estendere al muscolo e talvolta a livello dell’osso sottostante. Il micetoma si differenzia da altre forme di micosi per i suoi caratteristici seni drenanti che contengono granuli ed edema locale. Esistono tre sottotipi di micetoma: 1. Actinomicotico (causato da organismi filamentosi aerobi o anaerobi) 2. Micetoma eumitotico (causato da funghi) e 3. Botriomicosi (causato da batteri come stafilococco aureus e pseudomanas).

I batteri, principalmente Nocardia sp e altri Actinomiceti, provocano più della metà dei casi. I restanti sono causati da circa 20 differenti specie micotiche.

John Gill descrisse per primo il micetoma nel 1842 nella città di Madura, in India. Il micetoma è una patologia endemica nei climi tropicali e subtropicali. Il micetoma actinomicotico ha un’ alta incidenza in America centrale e del sud, il micetoma eumitotico è più comune in Africa. Tipicamente il paziente colpito dalla malattia è di sesso maschile con un’età compresa tra i 20 e i 50 anni. Nella maggioranza dei casi, il microrganismo viene acquisito tramite il terreno per via diretta nella cute. L’invasione più profonda al muscolo e all’osso avviene successivamente. Questo processo può avvenire molto rapidamente o richiedere molti anni. Sono fattori di rischio per l’infezione la malnutrizione, tagli o abrasioni e l’assenza di scarpe. Il piede rappresenta il sito d’infezione maggiormente coinvolto seguito dalle mani, dal tronco e dallo scalpo. Il coinvolgimento è generalmente unilaterale e inizia con una papula non dolente. Quando l’infezione arriva al tessuto sottocutaneo i tessuti molli circostanti diventano edematosi e possono formarsi tragitti fistolosi purulenti. Il materiale drenato contiene i caratteristici granuli (sclerozia) che sono una massa compatta di funghi di varie dimensioni da pochi mm a molti cm di diametro. Il micetoma è comunemente asintomatico. I tre sottotipi di micetoma hanno una presentazione clinica sovrapponibile.

Non sono state descritte né disseminazione sistemica né sintomatologia che suggerisca un’infezione generalizzata. Nelle fasi più tardive di malattia l’atrofia muscolare, la deformità, e la distruzione tissutale precludono l’uso dell’ arto colpito. Nelle infezioni avanzate e trascurate l’area colpita appare gonfia, e assume una forma a clava. Le multiple fistole drenanti secernono essudati sieroematici contenenti caratteristici granuli.

Istologicamente, l’iperplasia pseudoepiteliomatosa è un reperto comune e si associa ad infiammazione suppurativa e granulomatosa del derma e del sottocute e a fibrosi. I granuli caratteristici rappresentano colonie di microrganismi.

La diagnosi sia avvale dell’anamnesi e del quadro clinico. La differenziazione dei tre sottotipi richiede colorazioni e culture cellulari dell’essudato prelevato dai tragitti fistolosi.

Per garantire l’outcome migliore è necessaria la diagnosi precoce e l’escissione chirurgica della lesione. Una volta asportata la lesione è necessario somministrare terapia sistemica antifungina al paziente. Il micetoma eumitotico può essere trattato con chetoconazolo, itraconazolo, fluconazolo, vericonazolo, posaconazolo e terbinafina. La terapia del micetoma actinomicotico si avvale di streptomicina o amicacina in associazione a trimetoprim-sulfametossazolo o dapsone. La terapia deve essere protratta per molti mesi o anni.

Bibliografia
  1. Bakhiet SM, Fahal AH, Musa AM, et al. A holistic approach to the mycetoma management. PLoS Negl Trop Dis. 2018;12(5):e0006391. Published 2018 May 10. doi:10.1371/journal.pntd.0006391
  2. Abbas M, Scolding PS, Yosif AA, et al. The disabling consequences of Mycetoma. PLoS Negl Trop Dis. 2018;12(12):e0007019. Published 2018 Dec 10. doi:10.1371/journal.pntd.0007019
  3. Fahal A, Mahgoub el S, El Hassan AM, Abdel-Rahman ME, Alshambaty Y, Hashim A,
    Hago A, Zijlstra EE. A new model for management of mycetoma in the Sudan. PLoS
    Negl Trop Dis. 2014 Oct 30;8(10):e3271. doi: 10.1371/journal.pntd.0003271.
    eCollection 2014 Oct. PubMed PMID: 25356640
  4. Van de Sande WW, Maghoub el S, Fahal AH, Goodfellow M, Welsh O, Zijlstra E. The mycetoma knowledge gap: identification of research priorities. PLoS Negl Trop Dis. 2014;8(3):e2667. Published 2014 Mar 27. doi:10.1371/journal.pntd.0002667
  5. Suleiman SH, Wadaella el S, Fahal AH. The Surgical Treatment of Mycetoma. PLoS Negl Trop Dis. 2016;10(6):e0004690. Published 2016 Jun 23. doi:10.1371/journal.pntd.0004690
Mis favoritos